FacebookTwitter

Alien

Recensione

Ecco la recensione di un film molto più famoso degli altri già recensiti. Sto parlando di Alien, film del 1979 diretto da Ridley Scott, famoso regista conosciuto per aver diretto Blade Runner, il Gladiatore e molti altri. Il film è considerato il capolavoro di Scott, nonché uno dei migliori film di fantascienza mai girati. Si svolge in un lontano futuro, nello spazio, a bordo di una gigantesca astronave con un equipaggio ignaro di quello che succederà poi. Del film sono stati girati tre sequel: Aliens, Alien 3 ed Alien la clonazione, molto meno belli del primo ma comunque piacevoli da guardare. Inoltre vi sono anche i due film legati ad un’altra specie aliena, il Predator: Alien vs Predator ed Alien vs Predator 2. A mettersi nei panni della protagonista vi è una giovane Sigourney Weaver. Proprio con Alien, l’attrice diventa ben presto una star, conosciuta e cercata da moltissimi registi.

A bordo dell’astronave Nostromo c’è qualche problema: dopo che tre dei membri dell’equipaggio sbarcano su un satellite dalla quale proveniva un SOS, uno dei loro viene riportato sulla nave con una specie di parassita attaccato alla faccia. Più avanti si scoprirà che questi parassiti iniettano nella bocca della vittima degli embrioni, i piccoli “xenomorfi”! Successivamente il parassita si stacca da solo e viene trovato in decomposizione. Intanto Kane (l’uomo che aveva attaccato l’alieno alla faccia) si risveglia come se niente fosse. E così, prima di ibernarsi per tornare sulla terra, l’equipaggio consuma l’ultimo pasto, durante il quale Kane muore. Intanto dalla sua pancia fuoriesce l’alieno, che scappa e si perde per l’astronave. In cerca dell’alieno, i membri scopriranno che lo xenomorfo è già cresciuto. Così l'essere comincia ad uccidere uno ad uno tutti quanti. Alla fine Ripley (Sigourney Weaver)  riesce a sganciarsi dall’astronave Nostromo, che esplode poco dopo. Unica superstite, Ripley sta per ibernarsi, quando scopre che l’alieno si era precedentemente infiltrato nella navetta. Dopo averlo colpito con una specie d’arpione, l’alieno cade nello spazio profondo.
Un film che mi è piaciuto molto perché è il primo horror visto all’età di sette anni. Gli effetti speciali sono VERAMENTE speciali e gli attori recitano bene. La Weaver viene candidata all’Oscar per l’interpretazione nel seguito, Aliens.

Un film veramente da cinque stelle su cinque.

 

alien

Maria Cristina Detoni per Francesco Berliavaz, Trieste (Italy)

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

facebook.com/francesco.berliavaz

facebook.com/FrancescoBerliavazHorrorFanClub

MaluWeb