FacebookTwitter

Rec 3 Genesis

 

I primi due capitoli della saga di Rec hanno terrorizzato gli spettatori di tutto il mondo. La serie si sarebbe dovuta concludere lì, tra gli applausi ed un numero infinito di fan, ma ora ci si deve portare dietro anche [REC]3, un capolavoro dell’immondizia, un film che ha fatto discutere tantissimi amanti del genere. [REC]3 è la pecora nera della famiglia, brutta, ma comunque sempre obbligata a far parte del gruppo.
Quello che distingueva [REC] e [REC]2 da altri horror comuni era il fatto che le riprese erano in prima persona, con una videocamera in mano agli attori che documentano l’accaduto. In [REC]3 questa tecnica sparisce, insieme allo spaventoso edificio in quarantena, che in questo episodio non fa più da location. Peccato che il regista abbia completamente stravolto le aspettative dei fan cambiando tutto. La trama è molto debole e presenta sciocchezze un po’ da tutte le parti: come nella scena in cui il protagonista, per non farsi mordere, indossa un’armatura trovata nella chiesa ed usa una spada per uccidere i nemici. Compaiono pochi zombi, e le scene con essi sono poche e rese male. Un’altra cosa che fa torcere il naso è quel sorriso da deficienti che hanno certi zombi sul viso… fa ridere!
Le scene in cui i protagonisti vengono uccisi sono rese da cani.

 

Trama

 

Koldo e Clara si sono appena sposati e stanno festeggiando insieme a tutti gli invitati, quando lo zio di Koldo, in preda alla follia, cade da un balcone e precipita in mezzo alla sala, dove viene subito raggiunto dalla folla. Lo zio di Koldo però è infetto da un virus che trasforma la gente in mostri affamati e bramosi di carne umana. Koldo e Clara, colti dal panico, si dividono. Uno si nasconde nelle cucine, l’altra invece si nasconde all’interno dell’edificio, dove può usare gli altoparlanti per comunicare con le persone all’esterno. Dopo poco emozionanti scene violente e stratagemmi stupidi per difendersi dagli zombi, Koldo e Clara si riuniscono, ma lei è ormai infetta e si sta trasformando. Però Koldo non resiste e dà un ultimo bacio alla sposa, che però gli mangia la lingua. A quel punto, i militari appena arrivati uccidono i due sposi.
Penso possa bastare per questa recensione.

 

rec-3-genesis-

 

Maria Cristina Detoni per Francesco Berliavaz, Trieste (Italy)

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

facebook.com/francesco.berliavaz

facebook.com/FrancescoBerliavazHorrorFanClub

MaluWeb