FacebookTwitter

Gli eretici

Loro non cedettero all’Onnipotente,
ora stanno nelle tombe infuocate,
in un paesaggio tutt’altro che ridente.

Venivan consumati brutalmente,
tra urla e grida laceranti,
prendea fuoco lentamente.

Le tombe aperte erano,
“Qua vengon puniti,
perch’ancora oggi, in Dio non credono.

Tra rumori e pianti potenti,
non ne poteo più, e supplicai il maestro,
perché scendemmo tra i violenti.

Maria Cristina Detoni per Francesco Berliavaz, Trieste (Italy)

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

facebook.com/francesco.berliavaz

facebook.com/FrancescoBerliavazHorrorFanClub

MaluWeb