FacebookTwitter

Gli iracondi

Gli iracondi sono immersi nella Palude,
ed ora, invano,
tentano di uscirne a mani nude.

Loro dall’ira furono acchiappati,
ed ora all’Inferno, da questo fango,
vengon consumati.

Distrussero tutto in preda all’ira,
“Ora vieni Dante!” “O faremo tardi!”
Poi indicò più avanti e mi disse “Ammira!

Nel fango passava un'altra nave,
con a bordo il più giovane Flegiàs,
gridando “Guai a voi, anime prave!”

“Flegiàs, smettila di urlare,
piuttosto, dagli eretici,
ci vorresti portare?

Maria Cristina Detoni per Francesco Berliavaz, Trieste (Italy)

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

facebook.com/francesco.berliavaz

facebook.com/FrancescoBerliavazHorrorFanClub

MaluWeb